Seguimi sui social
Profilo LinkedIn Profilo Facebook Profilo Twitter Profilo Google+
Home > Archivio > Installare WordPress in locale con EasyPHP e altri software

Installare WordPress in locale con EasyPHP e altri software

PHP, MySQL, Apache compresi. Funziona con Windows, Linux e macOS

Autore: Andrea Pacchiarotti
Website: www.andreapacchiarotti.it
Ultimo aggiornamento: Giugno 2017


In questo tutorial si installerà WordPress in locale, ma la guida è utile anche per installare semplicemente EasyPHP o altri software similari e creare utenti, database e tabelle tramite MySQL da interrogare da una pagina web; in questo caso specifico EasyPHP fungerà invece, come appena accennato, da server locale per un sito in WordPress.
Occorre prima scaricare i software WordPress ed EasyPHP.

Dall’URL https://it.wordpress.org/ scaricare la piattaforma WordPress da installare in locale per creare un sito offline (e quindi nascosto al pubblico) sul quale testare temi, plugin e quanto desiderato e, una volta soddisfatti del risultato, da installare sul proprio hosting. Una volta decompresso il file si avrà una cartella nominata wordpress (o similare, dipende dalla versione) contenente quanto sarà necessario installare successivamente in C:/Programmi(x86)/EasyPHP-Devserver-17/eds-www prima e, dopo aver creato la versione finale del sito, sull’hosting che si è acquistato.

Ora scaricare EasyPHP, cioè la piattaforma di sviluppo di tipo WAMP (l’acronimo sta per Windows: il sistema operativo che deve essere già installato sul PC; Apache: il web server; MySQL: il database a interfaccia grafica chiamato phpMyAdmin; PHP, Python, Ruby e Perl: i linguaggi di scripting. Si ricordano anche LAMP per chi ha Linux e MAMP per chi ha Mac e XAMPP che va bene per tutti i sistemi operativi) che permette di far funzionare localmente un server web (quindi senza connettersi ad un server esterno) ed ha il necessario per sviluppare siti web in PHP.
Il server Apache crea di default un dominio virtuale (in locale) all'indirizzo localhost http://127.0.0.1.
Più avanti nella guida c'è un accenno sulla procedura per WAMP, MAMP, LAMP e XAMPP.

Collegarsi al sito di EasyPHP per scaricare il programma per Windows
Scegliere Devserver (development server, è la versione di sviluppo).
http://www.easyphp.org

EasyPHP per WordPress

Scaricato il file, lanciare l’installazione come amministratore e portarla a termine. Se tutto è andato a buon fine, apparirà l'icona di EasyPHP in basso a destra nella barra delle applicazioni di Windows (se non si vede cliccare la freccia che mostra le icone nascoste).
È una "e" corredata da un quadratino rosso sulla sua destra.

EasyPHP per WordPress

Cliccarci sopra e scegliere Open Dashboard o digitare sulla barra dell’indirizzo del browser http://127.0.0.1:1111/
Apparirà una pagina da dove è possibile far partire i servizi HTTP SERVER (cioè Apache) e DATABASE SERVER (cioè MySQL), cliccando sui relativi >start in verde. Si avrà allora la seguente schermata

EasyPHP per WordPress

Per scrupolo collegarsi a http://127.0.0.1/phpinfo.php per vedere se tutto funziona correttamente: compariranno le estensioni caricate ed i dettagli di PHP.
Per usare il phpMyAdmin di EasyPHP (e quindi creare un utente, un database e una tabella, i primi due saranno necessari per far funzionare WordPress in locale), cliccare Open presente a destra del modulo MySQL Administration (si vede in basso nell’immagine qui sopra).


Creare il database

Per creare il database del sito WordPress cliccare in alto l’icona Database (la prima, quella con il cilindro), compilare il campo per il nome del database (es. WP) e, dato che non modificando l’elenco a discesa con la voce Codifica caratteri viene impostato il charset del sistema operativo su cui è installato MySQL, è possibile cliccare Crea, ovviamente il database ora è vuoto.

In questa guida non interessa, ma si presenta la possibilità di  creare tabelle inserendone il nome e il numero di campi dalle apposite caselle di testo e, cliccando Esegui, si può successivamente personalizzare ogni campo con i tipo dati e le proprietà.
Per il nostro scopo è anche inutile creare un utente poiché sfrutteremo l'utente root già presente di default. In ogni caso è possibile creare un numero illimitato di utenti ai quali fornire i permessi di lettura, scrittura, modifica su qualsiasi database o tabella. Per farlo cliccare a sinistra sotto il logo phpMyAdmin l’icona a casetta, poi l’icona Database ed infine Controlla i privilegi, scegliere in basso Aggiungi account utente e inserire le seguenti Informazioni di Login:

  • Nome utente: admin
  • Nome host: Locale (su che host può agire l'utente, in caso se ne abbia solo uno sì può lasciare Qualsiasi %; ma qui si avrà invece localhost)
  • Password: wordpress (con conferma, può anche essere generata in automatico)
  • Plugin di autentificazione (lasciare autentificazione MySQL nativa)
  • Database per account utente (non modificare, consente di creare un db con lo stesso nome dell'utente creato)

Nella sezione Privilegi globali, mettere il segno di punta su Seleziona tutto per dare tutti i permessi su tutti i database.
Per il resto lasciare così com’è e cliccare in basso a destra Esegui. Ma, ripeto, questa parte non riguarda il presente tutorial ed è stata inserita solo a titolo d'esempio.

Inserire WordPress in EasyPHP

Rinominare la cartella scaricata dal sito di WordPress wordpress in wpdemo.it. Ciò è utile quando si vogliono gestire più CMS dello stesso tipo o di tipo diverso (ad esempio Joomla!), in quanto potrò riconoscerli dal nome.
Aprire il percorso C:/Programmi(x86)/EasyPHP-Devserver-17/eds-www e copiarci dentro wpdemo.it.
Per verifica digitare sulla barra dell’indirizzo del browser localhost (che Apache traduce in C:/Programmi/EasyPHP/eds-www/), se si è fatto bene apparirà Index of con phpinfo.php e wpdemo.it.
In C:/Programmi(x86)/EasyPHP-Devserver-17/eds-www/wpdemo.it trovare il file wp-config-sample.php (è il file base di configurazione di WordPress) copiarlo e incollarlo nella medesima cartella rinominandolo in wp-config.php; questo file va modificato in alcune parti inserendo i dati impostati nelle Informazioni di Login, scelti precedentemente.
Aprirlo ed operare sulle seguenti 3 righe di codice proprio all’inizio del file, dopo i commenti:
/** Il nome del database di WordPress */
define('DB_NAME', 'nome_del_database_qui');
/** Nome utente del database MySQL */
define('DB_USER', 'nome_utente_qui');
/** Password del database MySQL */
define('DB_PASSWORD', 'password_qui');

Sostituire nome_del_database_qui con WP; nome_utente_qui con root; password_qui con nulla, ovvero cancellare password_qui e lasciare solo le ''.

Dalla barra dell’indirizzo del browser digitare: http://localhost/wpdemo.it per accedere alla pagina di presentazione di WordPress (se non si riesce a stabilire la connessione, nella sostituzione precedente è stato sbagliato il nome del database o quello dell'utente o la password).
Inserire informazioni a piacere, ma da ricordare per i successivi collegamenti in locale:

  • Titolo sito: prova
  • Nome utente: admin_wp
  • Password: password
  • La tua e-mail: la vostra mail o una finta
  • Scoraggia i motori di ricerca ad effettuare l'indicizzazione di questo sito: spuntare se è un sito di prova

Cliccare Installa WordPress
Apparirà la maschera d’accesso dove inserire Nome utente e Password appena specificate per collegarsi al proprio sito WordPress in locale.
Eventualmente spuntare Ricordami e cliccare Login.
Si verrà reindirizzati alla bacheca di WordPress su http://localhost/wpdemo.it/wp-admin/ dove si potrà costruire in locale il sito da scaricare a lavoro finito sull’hosting prescelto.
Da http://localhost/wpdemo.it si potrà invece vedere il sito nel browser in locale.

Procedura tramite altri software

Chi preferisce o ha necessità di altri software tipo WAMP, MAMP, LAMP o XAMPP (acronimo per Cross-Platform, Apache HTTP Server, MySQL Database, PHP, Perl),
deve scaricare i relativi programmi dai siti ufficiali e, dopo averli installati, avviarli congiuntamente a MySQL e creare il database.

Una volta decompresso WordPress copiarlo all’interno della directory opportuna e continuare la procedura come specificato nell’installazione fatta tramite EasyPHP riguardo la configurazione di wp-config.php.

Potrebbe interessarti anche Installare Joomla! in locale con EasyPHP e XAMPP.

Scarica questo articolo in PDF.

Se Installare WordPress in locale con EasyPHP e XAMPP è stato utile, seguimi sui Social networks cliccando i pulsanti in alto a destra di questa pagina.

Per restare aggiornato sulla pubblicazione di nuovi articoli su Microsoft Office, Adobe e web in generale iscriviti gratuitamente alla newsletter

Se invece vuoi condividere questo articolo nella tua Rete sociale, puoi utilizzare i bottoni qui sotto:


Lascia un commento