#Excel: elenco a discesa con completamento automatico

Menù a discesa popolato tramite completamento automatico

Autore: Andrea Pacchiarotti
Ultimo aggiornamento: 03 Novembre 2019
Categoria: Microsoft Office Excel Funzioni

Excel: menu a tendina con completamenteo automatico
#Excel: elenco a discesa con completamento automatico

In questo tutorial di Microsoft Excel vedremo come, digitando del testo in un elenco a discesa (o come altri lo chiamano, menu a tendina), sia possibile ottenere un completamento automatico delle voci in esso presenti, scrivendo semplicemente l’iniziale di una determinata voce.

Sommario #Excel: elenco a discesa con completamento automatico

Se ad esempio dal riferimento relativo C2 comincio a scrivere An, compare un elenco a discesa con tutto ciò che inizia con An nell’intervallo A2:A12, mentre se scrivo A esce tutto ciò che inizia con A. La ricerca non è case-sensitive, quindi è indifferente scrivere maiuscolo o minuscolo. Se invece digito un’iniziale non presente in quell’intervallo, non accade nulla in quando l’elenco a discesa in C2 non si popola.

Excel: menu a tendina con completamenteo automatico
Excel: menu a tendina con completamenteo automatico

Introduzione al menu a tendina con completamenteo automatico

Per realizzare questo utile trucco, sfrutterò la convalida dei dati di Excel presente nella scheda Dati, icona Convalida dati; una volta aperta la finestra, dalla voce di elenco Elenco, nella casella di testo Origine, scriverò una formula che andrà creata da zero, dato che non esiste nelle funzioni di Excel già disponibili.

Userò come base la funzione della libreria Ricerca e riferimento (la stessa del famoso CERCA.VERT per capirci) chiamata SCARTO, che presenta 5 argomenti e che ha il compito di restituire un riferimento a un intervallo costituito da un numero specificato di righe e colonne da un riferimento dato.

Funzioni SCARTO, CONFRONTA e CONTA.SE

La sintassi della funzione SCARTO è la seguente:
=SCARTO(Rif;Righe;Colonne;Altezza;Largh)

L’argomento:

Occorreranno anche le funzioni CONFRONTA (che fa parte della libreria Ricerca e riferimento) e CONTA.SE (che fa parte della libreria Statistica)

La funzione CONFRONTA (in altri contesti usata per esempio assieme ad INDICE per ovviare al fatto che il CERCA.VERT non ricerca valori verso sinistra) restituisce la posizione relativa di un elemento di matrice che corrisponde ad un valore specificato in un ordine specificato.
La sintassi della funzione CONFRONTA è la seguente:
=CONFRONTA(Valore;Matrice;Corrisp)
L’argomento

La funzione CONTA.SE, che fa parte delle funzioni di conteggio di Excel, conta il numero di celle in un intervallo che corrispondono al criterio dato.
La sintassi della funzione CONTA.SE è la seguente:
=CONTA.SE(Intervallo;Criterio)
L’argomento

Convalida dati

La convalida dei dati consente di limitare il tipo di dati o i valori immessi dagli utenti in una cella. Viene usata comunemente per creare un elenco a discesa.
Nella scheda Impostazioni, tramite l'opzione Consenti è possibile scegliere:

Nell'esempio del tutorial, dopo aver selezionato la cella dove inserire il Cognome da cercare, ad esempio C2, la funzione da introdurre nella Convalida dati, dalla voce di elenco Elenco, all’interno della casella di testo Origine sarà:
=SCARTO(A2;CONFRONTA(C2&"*";A2:A12;0)-1;;CONTA.SE(A2:A12;C2&"*"))

Per completare le impostazioni è necessario raggiungere la scheda Messaggio di errore, presente sempre in Convalida dati, e deselezionare la casella di controllo Mostra messaggio di errore quando i dati immessi non sono validi.

Conclusione

Abbiamo visto un'ottima soluzione per popolare "dinamicamente" un elenco a discesa digitando semplicemente l'iniziale o le iniziali delle voci senza ricorrerre al VBA o a tabelle esterne, ma condensando il tutto in una funzione SCARTO che nidifica in essa anche CONFRONTA e CONTA.SE, una soluzione certamente preferibile.

Per saperne di più su Microsoft Excel potrebbero interessarti questi due libri:


Se vuoi approfondire alcuni dei temi trattati, visita la pagina con le mie pubblicazioni cartacee e online.

Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo!

Segui l'hashtag #AndreaPacchiarotti