Excel: formattazione condizionale

Come creare regole di formattazione condizionale in Excel

Autore: Andrea Pacchiarotti
Ultimo aggiornamento: 20 Febbraio 2018
Categoria: Microsoft Office Excel

Excel formattazione condizionale

La formattazione condizionale in Excel è utile per formattare diversamente solo i dati che soddisfino certe condizioni, allo scopo di evidenziare informazioni importanti dei fogli di lavoro con colori o stili particolari. Tale formattazione si può applicare a celle, righe, colonne o a tabelle intere attraverso specifiche regole (condizioni).

Indice #Excel Formattazione Condizionale


Regole di Formattazione condizionale

I comandi per impostare la formattazione si trovano nella scheda Home all’interno del gruppo Stili cliccando l’icona Formattazione Condizionale
Una volta selezionata ad esempio una colonna, si può aprire la suddetta icona e scegliere tra:

Rimuovere la formattazione condizionale dalle celle vuote

Supponiamo di aver creato una regola “Minore di…” per evidenziare i valori minori di 10; per evitare che vengano evidenziate anche le celle vuote occorre creare una Nuova regola del tipo Formatta solo le celle che contengono, Formatta solo celle con:, Valore vuoto e fare clic su OK senza impostare nessun formato.
Infine da Gestisci regole… aprire la finestra Gestione regole formattazione condizionale e spuntare la casella di controllo Interrompi se vera a destra di La cella contiene un valore vuoto.
Excel formattazione condizionale

Formattazione condizionale per celle vuote

Formattare in base al valore di un’altra cella

Per basare la formattazione sul valore di una particolare cella, ad esempio colorare i valori di A1:A10 più alti del valore in A1 (o per esempio di C10), Regole evidenziazione celle, Maggiore di…, scrivere nella casella di testo =$A$1, così cambiando il valore in A1, la regola resterà dinamica. Ovviamente si potrebbe anche scegliere Minore di…, Tra…, Uguale a…
Da Regole evidenziazione celle, Altre regole…, Formatta solo le celle che contengono si può trovare anche:
Non compreso tra, Diverso da.

Se per esempio si vogliono formattare i dati in A1:A10 se il valore di C1>D1 (ma si possono usare tutti gli operatore relazionali), dopo aver selezionato l’intervallo suddetto, andare su Formattazione condizionale, Nuova regola… e nella casella di testo inserire la formula:

  • =$C$1>$D$1
  • =E($C$1>$D$1;$C$2<$D$2) per formattare in base a più condizioni da soddisfare contemporaneamente
  • =E($C$1>$D$1;$C$2<$D$2) per formattare in base a più condizioni da soddisfare non necessariamente in maniera contemporanea

Formattare celle vuote e celle piene

Formattazione condizionale, Nuova regola…, Formatta solo le celle che contengono…, Formatta solo le celle con: e scegliere Valore vuoto o Valore non vuoto.
Per formattare le celle di una colonna, ad esempio A1:A10, quando una cella corrispondente di un’altra colonna, ad esempio B1:B10, è vuota o non vuota occorre una formula da applicare ad A1:A10 partendo da Formattazione condizionale, Nuova regola…:

  • per celle vuote: =B1="" formatta se la cella corrispondente in B è vuota
  • per celle non vuote: =B1<>"" formatta se la cella corrispondente in B non è piena

Chi usa qualcosa del tipo =SE(FALSO; “OK”; “”) per restituire una stringa vuota e non si vuole che tali celle siano trattate come vuote, deve usare al suo posto =VAL.VUOTO(A1)=VERO o =VAL.VUOTO(A1)=FALSO per formattare nell’ordine le celle vuote o piene.

Formattare valori testuali

Per formattare l’intervallo A1:A10 quando un’altra cella nella stessa riga ha un certo valore testuale:

  • =D1=”Andrea” corrispondenza esatta
  • =RICERCA(“Andrea”;D1)>0 corrispondenza non necessariamente esatta

Formattare le date

Formattare i giorni della settimana: in tal caso si sappia che se si usa la formula GIORNO.SETTIMANA, Excel considera Domenica = 1, Lunedì = 2 e così via fino a  Sabato = 7.
Per formattare tutti lunedì, nell’intervallo A1:A10, basterà selezionare l’intervallo e andare su Formattazione Condizionale, Nuova regola…, Utilizza una formula per determinare le celle da formattare,  e nella casella di testo inserire la formula =GIORNO.SETTIMANA(A1)=2
Per formattare martedì e giovedì: =O(GIORNO.SETTIMANA(A1)=3;GIORNO.SETTIMANA(A1)=5)
Per formattare più giorni consecutivi si può utilizzare anche =GIORNO.SETTIMANA(A1)>2 con tutte le possibili varianti fornite dagli operatori relazionali: >, <; >=, <=, =, <>.

Formattare le festività: scrivere nell’intervallo A1:A10 le date che comprenderanno anche le feste, e ad esempio in ($C$1:$C$5) solo le feste, andare in Utilizza una formula per determinare le celle da formattare, inserire la formula =CONTA.SE($C$1:$C$5;A1)>0

Formattare le date uguali, maggiori o inferiori alla data corrente: scrivere nell’intervallo A1:A10 le date, andare in Utilizza una formula per determinare le celle da formattare, inserire una delle seguenti formule

  • Uguale a oggi: =A1=OGGI()
  • Maggiore di oggi: =A1>OGGI()
  • Minore di oggi: =A1<OGGI()

Formattare le date superiori o inferiori di x giorni alla data corrente: scrivere nell’intervallo A1:A10 le date, andare in Utilizza una formula per determinare le celle da formattare, inserire una delle seguenti formule

  • =A1=OGGI()+3 Tra 3 giorni
  • =A1=OGGI()-3 3 gironi fa
  • =E(OGGI()-A1>=2;OGGI()-A1<=4) da 2 a 4 giorni fa
  • =E(A1-OGGI()>=2;A1-OGGI()<=4) tra 2 a 4 giorni

Copia formato e aggiunta di nuove righe

  • Il Copia formato vale anche per la formattazione condizionale. Cliccare una cella con la formattazione condizionale da copiare, cliccare la scheda Home e poi l’icona Copia formato (facendo doppio clic su Copia formato si può incollare la stessa formattazione condizionale in celle anche non adiacenti, senza dover ogni volta ripetere la procedura da zero; al termine, premere Esc (se si è creata la regola usando una formula, potrebbe servire modificare i riferimenti di cella nella formula dopo aver applicato la formattazione condizionale).
  • Se prevedete di aggiungere altre righe di dati in futuro e desiderate che la regola di formattazione condizionale venga applicata anche alle nuove voci automaticamente, è possibile:
    • Convertire l’intervallo di celle in una tabella (scheda Inserisci, icona Tabella). In questo modo, la formattazione condizionale verrà applicata automaticamente a tutti i nuovi record
    • Selezionare alcune righe vuote sotto i vostri dati, ad esempio 100 righe vuote, in modo che la regola venga applicata anche ad esse.

Conclusioni

Da Excel 2007, l’applicazione della formattazione condizionale è molto più semplice rispetto a versioni più vecchie e offre molte opzioni pronte all’uso, ma attraverso l'uso delle formule le combinazioni diventano infinite. L’interfaccia fornita dall’icona Formattazione condizionale dà ampia versatilità nel modo di presentare i dati. Personalmente non posso far altro che consigliarla fortemente per accrescere l'impatto visivo che hanno sugli utenti.

Per ricevere nella tua mail tips and tricks, ovvero suggerimenti e trucchi su Microsoft Office e Web in generale iscriviti gratuitamente alla newsletter