Andrea Pacchiarotti

Formatore Office e Web
Social Media Manager
Webmaster, SEO e AdWords


Home > Cornerstone content o hub page

Cornerstone content o hub page


Autore: Andrea Pacchiarotti
Website: www.andreapacchiarotti.it
Ultimo aggiornamento: 01 Luglio 2017
Categoria: Siti web Cornerston content - Hub page

Cornerstone content di Andrea Pacchiarotti


Pietre angolari e pagine hub


In un sito è fondamentale che ci siano contenuti di qualità, ad esempio pianificandoli con un calendario editoriale.
Scrivere articoli di ottima fattura consentirà di intercettare le necessità dei visitatori e, generando traffico, aiuterà ad essere letto, condiviso e a fare SEO.

Le pagine dovranno contenere tutorial, cioè guide che illustrano come si fa qualcosa, video ed altro. Alcuni articoli saranno pilastri che illustrano punto per punto un argomento dalla A alla Z, il cosiddetto pillar article cioè una delle colonne che sostengono la struttura del sito.
L’insieme di questi pilastri forma il cornerstone content (o hub page), cioè la pietra angolare su cui costruire la propria authority, i punti vitali della propria attività.
Il cornerstone content è qualcosa di cui ha bisogno il visitatore del sito per capire di cosa si occupa l’autore, sono contenutisempre validi, approfonditi e che dovrebbero essere premiati perché risolvono problemi. Sono pagine studiate per la propria campagna di link building e consentono di costruire la propria autorevolezza nel settore in cui si opera. Attirano traffico quando sono ben strutturate ed hanno molta vivacità sui social.
Si pensi a 10 pagine che si vorrebbero evidenziare sul proprio sito perché ritenuti i più preziosi ed autorevoli: ebbene questi sono i cornerstones content: è consigliabile scriverne almeno uno per categoria. Con il plugin Yoast SEO WordPress basta flaggare quell’articolo come cornerstone:
o This article is cornerstone content

 

La definizione che dà il sito di Yoast è:
Cornerstone content pieces are those articles on your website you’re most proud of. They reflect your business, communicate your mission and are extremely well written. These are the articles you would like to rank high in the search engines. Cornerstone articles are usually explainers; these articles combine insights from different blog posts”
in pratica sono gli articoli del proprio sito di cui si è più orgogliosi. Riflettono la propria attività, comunicano la mission del sito e sono estremamente ben scritti. Questi sono gli articoli che si desidera classificare all’inizio della SERP.

Regole per creare un buon cornerstone content
Posizione: la hub page non va sommersa negli altri articoli, la cosa migliore sarebbe poterla raggiungere dall’homepage. Va trattata come una landing page, eliminando quindi sidebar, footer ed eventuali inutilità che distrarrebbero l’utente dal contenuto importante.

Utilità: un cornerstone content deve chiarire in modo esauriente un interrogativo (ad esempio WordPress Yoast SEO, Menù responsivo in HTML e CSS, Word: stampa unione, Excel: tabelle pivot e grafici pivot), non deve essere un’opinione dell’autore nel quale esprime il proprio parere su quel tema.

Strategia: cercare di non scrivere un testo ordinario, considerando che altri hanno già affrontato l’argomento che si sta proponendo. Come fare? Si potrebbe sfruttare la propria esperienza raccontando quanto vissuto e come si è affrontato e risolto un problema; inoltre si potrebbero colmare lacune di articoli simili scritti da altri e aggiornarli nel tempo. Il contenuto deve essere ricco, descrittivo e coerente.

Struttura dei link: costruire un’ottima architettura di link interni attorno alle pagine che fungono da cornerstone content. Andando su Google e usando l’operatore site: con la chiave interessata, site:www.andreapacchiarotti.it wordpress, si potranno scegliere gli articoli più importanti, questi andranno contestualizzati all’interno del testo.
In pratica: se si scrivono tanti articoli SEO che spiegano i vari aspetti dell’ottimizzazione, uno degli articoli sarà quello basilare: bisogna collegare tutte le altre pagine attinenti la SEO e ottimizzate sulle variazioni della keyword, proprio a quello ovvero al cornerstone content, il quale presenterà al termine una Call To Action (CTA), ad esempio l'iscrizione alla newsletter.

Cornerston content o hub page

A sua volta l'hub page linkerà ogni articolo figlio.
Una conseguenza utile dell'intera costruzione potrebbero essere i sitelink, ovvero dei link che Google genera nella SERP per le sezioni più rilevanti di un sito; ecco la definizione di Google:
“I link mostrati sotto alcuni risultati di ricerca di Google, denominati sitelink, hanno lo scopo di aiutare gli utenti a entrare nel tuo sito. I nostri sistemi analizzano la struttura dei link del tuo sito per trovare scorciatoie che consentano agli utenti di risparmiare tempo e di trovare rapidamente le informazioni che cercano. Mostriamo i sitelink nei risultati soltanto quando riteniamo che siano utili per l'utente. Se la struttura del tuo sito non consente ai nostri algoritmi di individuare sitelink validi o se riteniamo che i sitelink del tuo sito non siano rilevanti per la query dell'utente, questi non vengono mostrati. Al momento, i sitelink sono automatizzati. Stiamo lavorando incessantemente per migliorare gli algoritmi dei sitelink e, in futuro, i suggerimenti dei webmaster potrebbero essere integrati. Puoi tuttavia seguire delle best practice per migliorare la qualità dei tuoi sitelink. Ad esempio, per i link interni del tuo sito, assicurati di utilizzare anchor text e testo alt che risulti informativo, conciso e senza ripetizioni”


Aggiornamento: rivedere regolarmente i cornerstone content per aggiornare le informazioni, magari aggiungendo nuove idee. Google non ama i contenuti vecchi.

Promozione: condividere in prima persona la pagina, prevedere share buttons e call to action, richiedendo espressamente l’aggiunta dell’articolo cornerstone ai Preferiti del browser, un commento per creare conversazione, l'iscrizione alla newsletter.




Per ricevere nella tua mail tips and tricks, ovvero suggerimenti e trucchi su Microsoft Office e Web in generale iscriviti gratuitamente alla newsletter


Richiedi un preventivo gratuito