Scacchi

Home Andrea PacchiarottiArchivio › Scacchi - Notazione algebrica

A   A+ A++


Notazione algebrica

Ogni partita di scacchi può essere trascritta usando la notazione algebrica (esistono comunque altri metodi di trascrizione).
Il movimento di un pezzo viene descritto con l'iniziale del pezzo medesimo (per un Pedone l'iniziale viene omessa) seguita dalle sue coordinate di partenza e di arrivo.
Per esempio:
Cg1-f3 indica che il Cavallo si è mosso da g1 a f3
e2-e4 indica una mossa di Pedone da e2 a e4

Se un pezzo con il suo movimento mangia un pezzo avversario (presa), allora al posto del trattino si mette il segno : o una x, a seconda delle convenzioni.
Per esempio:
Dd5:d2 (o Dd5xd8) indica che la Donna si è mossa da d5 a d2 catturando un pezzo avversario

O-O-O arrocco lungo

O-O arrocco corto



Lo scacco viene indicato con un segno + posto dopo la mossa.
Per esempio: 
Af3-d5+ l'Alfiere si muove da f3 in d5 dando scacco al Re avversario

Nel caso dello scacco doppio, che accade quando a dare lo scacco al Re avversario non è solo il pezzo mosso, ma anche un altro pezzo la cui linea d'azione viene prolungata dal movimento del pezzo mosso, esistono due convenzioni. Nella prima tale mossa viene indicata come se fosse uno scacco semplice, nella seconda viene aggiunto un altro segno +.
Per esempio:
Af3-d5++ se la mossa dell'Alfiere precedentemente indicata fosse uno scacco doppio

Analogo è il discorso per lo scacco matto. La mossa che matta il Re avversario viene indicata con il simbolo # (diesis).
Per esempio:
Af3-d5#  se la sopra citata mossa d'Alfiere fosse uno scacco matto

La promozione si indica ponendo al termine della mossa il simbolo = seguito dalla lettera indicante il pezzo richiesto per la promozione stessa.
Per esempio:
b2-b1=D  promozione di un Pedone nero a Donna muovendo dalla casa b2 alla casa b1

In caso di presa en passant si indica la casa di arrivo del pedone che cattura, non quella del pedone catturato; inoltre si può far seguire la dicitura e.p.: quindi cxb6 e.p. significa che il pedone della colonna c cattura en passant in b6.

Se la prima mossa di una sequenza è del Nero si aggiungono tre punti di sospensione prima della mossa, ad esempio 1...Ab3.

Infine, per indicare che la partita è stata vinta dal Bianco si usa scrivere 1-0 al termine della lista delle mosse (che vanno numerate partendo da 1), mentre se la partita è stata vinta dal Nero si scrive 0-1. In caso di patta si scrive 0,5-0,5 oppure ½-½. Tale denotazione acquista un significato palese se si tiene conto che nei tornei ad ogni partita corrisponde un punto in palio.

I migliori 2 libri di scacchi su Amazon

Ecco un esempio di notazione algebrica:

1.e4 e5
2.Cf3 d6
3.Ac4 Cc6
4.Cc3 Ag4?
5.Cxe5! Axd1??
6.Axf7+ Re7
7.Cd5#


I simboli visti sono sufficienti per trascrivere una partita di scacchi, tuttavia sono stati introdotti numerosi simboli di commento e di valutazione aggiuntivi per esplicitare la forza di una mossa.
I simboli di commento possono essere posizionati dopo una qualsiasi mossa per segnalarne la bontà.
I simboli di valutazione vengono posizionati nel medesimo modo, ma fra parentesi.

Simboli di commento
Simbolo Significato
! Mossa forte
? Mossa debole o probabile errore
!? Mossa insolita ma interessante
?! Mossa dubbia, di incerto valore
!! Mossa fortissima e sorprendente
?? Mossa debolissima, grave errore


Simboli di valutazione
Simbolo Significato
= Posizione pari
+= Leggero vantaggio del Bianco
=+ Leggero vantaggio del Nero
±= Posizione migliore del Bianco
Posizione migliore del Nero
+- Posizione vincente del Bianco
-+ Posizione vincente del Nero
oo Posizione incerta o confusa