Seguimi sui social
Profilo LinkedIn Profilo Facebook Profilo Twitter Profilo Google+
Home > Archivio > Leggibilità dei testi strizzando l'occhio alla SEO

Leggibilità dei testi strizzando l'occhio alla SEO

Scrivere bene ed in maniera ottimizzata per i motori di ricerca

Autore: Andrea Pacchiarotti
Website: www.andreapacchiarotti.it
Ultimo aggiornamento: Luglio 2016



Per prima cosa bisogna ricordarsi che la leggibilità del testo su schermo diminuisce di circa il 25% rispetto alla carta infatti, poiché legata alla proiezione di fotoni sul monitor, risulta più faticosa, si tende quindi a passare in rassegna un testo anziché leggerlo parola per parola, soffermandosi su titoli, grassetti, elenchi, spaziature.

  • Titolo
    • Sceglilo in base a come i lettori impostano le ricerche, formattalo con il tag  h1 e inseriscici la keyword/keyphrase.
      Fai capire subito di cosa tratta l’articolo.
      Se offrirai  ad esempio un’infografica o un video cerca di farlo presente.
      Non usare date (altrimenti dopo un po’ di tempo diventa inattuale) e i caratteri speciali.
      Cerca di stare entro le 60 battute per via del tag title e mettigli a corredo una description attinente di 150 caratteri.
    • Usa frasi e come:
      • 5 trucchi/consigli/modi/motivi per.. (non eccedere con la grandezza del numero)
      • 10 tecniche/risorse per…
      • …che funziona sempre
      • … veramente efficace
      • Come fare/realizzare per/un…
      • Come ho raggiunto/sconfitto…in 5 minuti/giorni
      • Come ottenere/risolvere…
      • Ecco perché…
      • Guida per…
      • Impara a…
      • La/Il nuova/o … che ti permetterà di…
      • Ora puoi … quanto vuoi senza …
      • Risolvi (il problema) una volta per tutte 
      • Stai davvero commettendo l’errore…? .
      • Tecniche efficaci per… vivere felici
      • Ti piacerebbe (fare qualcosa) come (qualcuno)?
      • Un ottimo metodo per
      • Vuoi sapere perché…
  • Dividi in sezioni logiche il testo con i tag article, section e p. Usa anche gli h1 e h2 per titoli e sottotitoli. Manda a capo con un br per dare respiro a chi legge senza spezzare il concetto. Se il pensiero che si espone cambia puoi invece interrompere la lettura con spaziature, immagini o infografiche pertinenti e di qualità.
  • La lunghezza minima di un paragrafo dovrebbe essere di 500 caratteri, massimo 3.000 caratteri, spazi esclusi (Word: Revisione/Conteggio parole) e quella di una riga massimo di 12 parole.
  • La facilità di lettura non dovrebbe risultare difficile. Per testare la leggibilità di un testo in italiano, inglese e francese usa l‘indice Gulpease http://labs.translated.net/leggibilita-testo/
  • Usa sempre lo stesso tipo di carattere in tutto il sito per non generare confusione.
  • Il testo centrato, funziona per i titoli, ma non per il corpo del testo, la leggibilità cala del 10%. Si può allinearlo a sinistra o giustificarlo, meglio con una spaziatura tra paragrafi e/o indentazione: l’indentazione è molto elegante, riposa lo sguardo e crea separazione.
  • Evita le parole scritte in maiuscolo: rallentano il processo di riconoscimento e quindi la velocità di lettura.
  • Non usare i font con grazie (serif) ma prediligi quelli progettati per la massima leggibilità come Verdana sullo schermo e Arial per la carta
  • Leggibilità dei font
  • Usa elenchi puntati o numerati (ul o ol con li) e grassetto (b solo per grassettare e strong anche per dare valenza SEO) solo per sottolineare concetti e parole chiave. Puoi avvalerti anche del click to tweet.
  • Corsivo (detto anche italico, i o em), sottolineato (u) e barrato (del): il corsivo si usa per le parole straniere ancora non presenti nel dizionario italiano, per le citazioni e a volte per i vocaboli tecnici.  Sconsiglio il sottolineato (che serve ad accentuare un termine o una frase) e il barrato (che contraddistingue una parola o un concetto come non attuale), per potenziale confusione con i link il primo e semplicemente perché brutto come effetto il secondo, ma questa è una scelta soggettiva.
  • Esponi i concetti in maniera chiara, naturale e senza ripetizioni e divagazioni: rileggere il tuo articolo a voce alta può esserti molto d’aiuto per fare un controllo in tal senso.
  • Attento alla punteggiatura, alle interiezioni, agli accenti, alle elisioni ed ai troncamenti ed ovviamente cerca di non fare errori ortografici! Aiutati leggendo quest’articolo che parla su come usare bene la lingua italiana.

Sappi che però non basta seguire questi accorgimenti per scrivere in maniera corretta. Leggi molto e studia sempre.

Scarica questo articolo in PDF.

Se Leggibilità dei testi strizzando l'occhio alla SEO è stato utile, seguimi sui Social networks cliccando i pulsanti in alto a destra di questa pagina.

Per restare aggiornato sulla pubblicazione di nuovi articoli su Microsoft Office, Adobe e web in generale iscriviti gratuitamente alla newsletter

Se invece vuoi condividere questo articolo nella tua Rete sociale, puoi utilizzare i bottoni qui sotto:


Lascia un commento